Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2011

SFOGLIANDO GLI EVENTI

Questa vignetta è del 26 febbraio 2011. Sembra quasi attuale e può essere interpretata come si preferisce.

Da "LA SETTIMANA ENIGMISTICA"

Vi ha permesso di sorridere?

Annunci

Read Full Post »

SAGGEZZA ANTICA

Oggi ho notato che qualcuno ha visitato questo mio articolo del 2010. Non so se è stato letto.

https://quarchedundepegi.wordpress.com/2010/03/09/evviva-socrate/

Ebbe pochissime visite. È però importantissimo particolarmente di questi tempi.

Infatti, “navigando” per Blog o leggendo i giornali, ci si imbatte frequentemente in articoli immaturi che sparlano di Tizio, Caio o Sempronio solo per “sentito dire”.

Il “sentito dire” diventa realtà a discapito di personaggi più o meno impegnati.

Con queste poche righe che porto alla vostra considerazione di amabili lettori, stimolo le mie e le vostre benevole energie a seminare serenamente e positivamente.

Read Full Post »

È uscito nel 2010. Questo francobollo apparentemente insignificante ci parla di un uomo con la U maiuscola. Un Uomo che avrebbe potuto, col suo coraggio e con la sua umanità, dar dei punti ai nostri imbelli Governanti.

Francobollo del 2010 - GIORGIO PERLASCA

Ho scritto coraggio e umanità.

Sentii parlare per la prima volta di questo grande uomo nel 2002 quando ebbi la fortuna di vedere il film su Perlasca con Luca Zingaretti.

Quest’uomo salvò da morte quasi sicura, si calcola, 5200 ebrei destinati dai nazisti ai campi di sterminio. L’interessante di questa storia è che seppe agire in fretta e con determinazione rischiando in proprio.

Ho scritto “imbelli Governanti”. Stando al Wikizionario l’opposto di imbelle è, fra l’altro, audace e coraggioso. Fra i miei lettori, se ce n’è qualcuno oggettivo, c’è qualcuno che ha l’impressione che negli ultimi anni i nostri Governanti abbiano dimostrato audacia e coraggio? E l’attuale Governo di Tecnici cosa ha fatto finora?.. più che decretare Roma Capitale d’Italia? Ma lo sapevamo già… o no?

Hanno detto tutti che l’Italia rischia il naufragio. Ma allora ci vuole o no audacia e coraggio quando una nave rischia il naufragio?

GIORGIO PERLASCA

Questo meraviglioso Uomo, Giorgio Perlasca, morto nel 1992, tornato in patria da Budapest nel 1945, dopo aver “strappato” vite umane dalle mani dei nazisti, riprese il proprio lavoro come nulla fosse accaduto. Ecco in che modo sappiamo di lui dal sito PERLASCA:

Se non fosse stato per alcune donne ebree ungheresi da lui salvate in quel terribile inverno di Budapest la sua storia sarebbe andata dispersa. Queste donne, a fine degli anni ’80 misero sul giornale della Comunità ebraica di Budapest un avviso di ricerca di un diplomatico spagnolo, Jorge Perlasca, che aveva salvato loro e tanti altri correligionari durante quei mesi terribili della persecuzione nazista a Budapest e alla fine della ricerca ritrovarono un italiano di nome Giorgio Perlasca.

Chiunque può trovare molte notizie sulla vita di quest’uomo che dimostrò sicuramente molta modestia.

Speriamo che un qualche italiano riesca con modestia e coraggio a fare qualcosa di buono senza ricorrere solo alle solite strategie.

Read Full Post »

Stando alla cronaca, qualche giorno fa, esattamente il 28 novembre 2011 il Presidente della Repubblica ha inaugurato “Qualcosa

NAPOLITANO, AMATO e MORETTI

di importante” alla stazione di Roma Tiburtina. Ora l’Alta Velocità funzionerà meglio e i cittadini italiani (e stranieri) potranno viaggiare sempre meglio lungo l’asse Torino Salerno.

E il resto dell’Italia?

Napolitano avrebbe detto:” L’Italia è in grado di dare all’Europa la “prova delle sue straordinarie capacità innovative.

L’Italia è sempre, dico sempre stata in grado di dimostrare grandi capacità… anche con le Ferrovie. Avere grandi capacità ma non metterle in pratica è quello che sta facendo l’Italia da un po’ di tempo. Trovo decisamente ridicolo tirare in ballo l’Europa tanto più che da qualche anno a questa parte i Governanti dell’Italia stanno dando “prova di straordinarie capacità distruttive“.

Se voglio viaggiare in treno da Lugano verso l’estremo nord trovo treni puntuali e confortevoli. Se voglio viaggiare da Lugano verso sud (in treno naturalmente) senza passare da Roma, diventa un’avventura.

da "3nitalia"

Se guardiamo questa cartina dell’Italia sembrerebbe che nella nostra bellissima nazione non esista altro che l’asse Nord – Sud. Sembrerebbe anche che la Liguria e la dorsale adriatica siano inesistenti… per non parlare della Sicilia e della Sardegna.

Costa Ligure in provincia di Imperia a CERVO - Foto del 2009

Non so come sia, dal punto di vista ferroviario la dorsale adriatica. So per certo che se voglio andare da Milano a Genova (140 Km. circa) impiego più di un’ora e mezza e c’è un treno “ogni tanto”; se poi voglio proseguire fino a Ventimiglia non solo il treno è lentissimo, ma esistono ancora tratti a binario unico. Se, sempre da Milano voglio andare a Roma o a Napoli, ho un treno “tutti i momenti” e arrivo a Roma addirittura con qualche minuto di anticipo.

Non ho niente contro Roma e contro la Capitale d’Italia; anzi trovo che Roma abbia un fascino particolare e unico. In Italia però esiste solo Roma?

Mi piacerebbe poter chiedere all’Amministratore Delegato delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti perché si può viaggiare bene in treno solo da Roma e per Roma; se ha mai viaggiato su un treno normale da Genova a Ventimiglia… magari in seconda classe.

Vorrei spezzare una piccola lancia a favore della Calabria. Pare che con l’orario nuovo verranno soppressi ben 21 treni a lunga percorrenza da e per la Calabria. E i turisti?.. oltre agli italiani?

TUTTI IN MACCHINA E IN AEREO… BISOGNA INQUINARE IL PIÙ POSSIBILE!

Queste sono sofferenze gratuite, non solo per tutti gli italiani benpensanti ma anche per il territorio. Se avete ancora un pizzico di coscienza… ascoltatela e date un po’ di amore alla vostra Patria!

VALORIZZATE LA VOSTRA PATRIA, SE LA SENTITE COME TALE. NON DISTRUGGETELA PIÙ!

Read Full Post »

« Newer Posts