Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2012

Sono in “sosta” e rimango in sosta. Non ho potuto fare a meno di pubblicare.

Ho trovato questo articolo. C’era anche la lista dei 94 votanti. La lista è sparita ma mi è rimasto questo che desidero divulgare.
Non so se è vero quanto ho trovato. Se è vero penso che, di fronte alle morti per suicidio di cui si parla troppo sovente, questi personaggi abbiano veramente venduto la coscienza all’ammasso e possano essere pronti per la gogna.

Da “ZEUSNEWS”

Ecco i nomi dei 94 senatori che hanno votato contro i tagli alle pensioni d’oro
Qualche giorno fa nella votazione sui tagli alle pensioni d’oro ai supermanager pubblici, il governo (che voleva difenderle) è stato battuto grazie da un emendamento di Idv e Lega. Sorprendentemente, la maggioranza dell’Aula si è dichiarata favorevole ad intervenire sul trattamento pensionistico dei burocrati di Stato che oggi godono di stipendi favolosi e domani avrebbero goduto di pensioni altrettanto favolose.
Forse, finalmente, si sono resi conto che in un momento in cui tutti gli italiani vengono chiamati a grandi sacrifici togliere qualche euro ai boiardi di Stato, che oggi percepiscono, come il presidente dell’Inps o quello di Equitalia, stipendi fino a 1.200.000 euro all’anno (pagati da noi) sarebbe stato un atto minimo di equità.
E tuttavia, in 94 si sono battuti come leoni contro quell’emendamento e a favore del mantenimento delle pensioni d’oro. Tutto il Pd, ad eccezione di sette senatori che, in uno scatto di dignità, hanno votato contro. Ad esprimersi a favore dell superpensioni dei manager pubblici troviamo, per esempio, figure del calibro di Anna Finocchiaro, Enzo Bianco, Maurizio Gasparri o Pietro Ichino, lo stesso che va in giro a predicare il superamento del divario tra le generazioni.

Annunci

Read Full Post »