Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2018

E con San Silvestro arriva anche l’ultimo dell’anno… per approdare, come ogni anno…

 

ALL’ANNO NUOVO

 

Mentre l’anno finisce, chissà perché, o per far arrivare la mezzanotte… o perché dicono che con le gambe sotto la tavola non s’invecchia… si beve pure.

 

Però bisogna bere bene… e questo francobollo del 1974 ci dice, indirettamente, che bisogna bere bene… e di buona qualità.

FRANCOBOLLO ITALIANO DEL 1974

È interessante il francobollo, ma è ancor più interessante il timbro, cioè la località da dove è partita la Raccomandata: BAROLO.

Veduta di BAROLO.

Oltre ad essere una località, un paesello di tutto rispetto, è anche un tipo di vino veramente particolare; non per niente si dice che

È IL RE DEI VINI E IL VINO DEI RE.

 

Ci sono anche molti vini di ottima qualità, ricordo però che, quand’ero bimbo… o anche già ragazzo, quando a casa nostra c’era qualche invitato importante a pranzo, mio papà mi mandava a comprare del Barolo… dell’OPERA PIA BAROLO… e, proprio di quell’annata particolare.

 

BUON APPETITO E BUON 2019 A TUTTI I MIEI CARI AMICI

ma se bevete vino, vi auguro di bere vino in bottiglia di vetro e… con un tappo di sughero.

Read Full Post »

NATALE 2018

 

 

Son qui dal 2009 e, più di una volta ho avuto il gusto e il piacere di augurare, a modo mio, Buone Feste a chi mi legge.

Quest’anno mi aggancio a certe polemiche piuttosto assurde e cervellotiche per cui il PRESEPE è diventato, potremmo dire, un oggetto del contendere fra Italia cristiana e… gli altri… chiunque siano… che stanno da noi in Italia.

FRANCOBOLLO DEL 1995

I miei auguri giungano a voi dapprima con questo presepe di quella stupenda località che, purtroppo, non ho mai potuto visitare, che è POLIGNANO A MARE.

 

E poi, sempre con un francobollo dello stesso anno, sempre un motivo che ci ricorda un momento del presepe: È una interpretazione quasi fedele dell’Adorazione dei Magi realizzata da Beato Angelico nel 1433 per la sede della corporazione fiorentina dei tessitori.

 

L’Adorazione dei Magi, nella probabile realtà di quei tempi, prende in considerazione la visita di personaggi importanti che venivano da lontano; oggi vengono da lontano quelle persone che NOI offenderemmo se facessimo il presepe.

Io non capisco… non riesco a capire con quale circonvoluzione cerebrale “qualcuno” riesca a ipotizzare la necessità di consigliarmi di cambiare le mie abitudini perché CHI VIENE DA LONTANO non può capirle, o non vuole capirle… o addirittura le odia… e potrebbe odiare anche me.

In ogni caso ci si può informare. Oggi non è difficile.

Francobollo del 1995.

 

BUON NATALE A TUTTI VOI AMICI MIEI.

Read Full Post »

MENTRE ASPETTAVO IL BUS… 3

 

Ora si vede bene di cosa si tratta.

 

Semplicemente dei manifesti staccati e messi in movimento dal vento forte dei giorni scorsi.

 

Qui, ogni tanto c’è il vento forte da nord… il föhn che in italiano si chiama favonio e che in Italia viene utilizzato per asciugare i capelli:  FON.

FOTO N° 3

Appunto l’altra sera mentre aspettavo il bus sono stato attratto da quel manifesto che, da lontano mi sembrò un pupazzo appeso. Mi avvicinai e vidi con mia grande sorpresa che si trattava di un gioco strano di manifesti pubblicitari strappati e mossi dal vento.

 

Foto N° 3

Read Full Post »

MENTRE ASPETTAVO IL BUS… 2

Mentre aspettavo il bus… 2

 

Ecco forse ora è già possibile capire di che cosa si tratta :

Foto N° 2

 

Questa foto… più vicina… più a fuoco… più chiara.

Si può capire… o no? Cosa vedi?

Read Full Post »

MENTRE ASPETTAVO IL BUS…

Mentre aspettavo il bus…

 

HO VISTO QUESTO…

 

E l’ho fotografato.

 

FOTO N° 1

Cosa vedi ?

Read Full Post »

LE POSTE ITALIANE…

Nel settembre scorso, esattamente il 14 settembre 2018, mi trovai a bighellonare in quel di Sanremo… l’osannata capitale della canzone italiana che nel prossimo febbraio, o giù di lì, potrà riempire le case degli italiani di voci canore.

 

È bella Sanremo ?… sì, sì.

 

Ebbene, proprio nel centro della cittä ho potuto imbattermi in una « stupenda » oscenità postale… come questa.

NEL CENTRO DI SANREMO

 

E questo è il particolare dell’oscenità.

PARTICOLARE DELL’OSCENITÀ NEL CENTRO DI SANREMO

Chissà se oggi è ancora così, o lo scotsch si è consumato, o… magari hanno tolto tutto…

Intanto, penseranno « Loro », non scrive più nessuno le lettere, ma, qualcuno che vuol scrivere una cartolina ? , dico io, per poter dimostrare di essere stato a Sanremo…

 

A qualcuno può giustamente piacere farsi fotografare davanti al Casinò di Sanremo, a qualcun’altro davanti all’Ariston e a qualcun’altro ancora, semplicemente davanti alla statua di Mike Bongiorno.

È giusto anche che le Poste dimostrino un pizzico di decoro… anche per i turisti.

Di fronte a certe dimostrazioni di « sporcizia », verrebbe da pensare che i dirigenti delle Poste abbiano in casa la sporcizia assoluta… poverini… mi fanno pena…

Perché non mandar loro un qualche rotolo di carta igienica ?… di quella morbida però…

Read Full Post »

Ho preso questa fotografia da questo articolo :

 

https://pendolante.wordpress.com/2018/12/03/lunedi-scocciato/

 

di PENDOLANTE che… qualche volta con piacere commento.

Da “PENDOLANTE”

Le ipotesi che hanno potuto portare ad una situazione come questa sono molte e molti sono i commenti a questo articolo.

Da parte mia, credo che non sia difficile vedere in questa foto recente su un treno recente la situazione della nostra Italia… recente pure Lei. Questa può essere la fotografia della nostra beneamata Patria… che amo profondamente.

Potremmo definirlo « pressapochismo » ? Forse sì.

Ma si può continuare così in eterno ?

Credo di no.

Ma insomma, non sarebbe ora che la smettessero di discutere, si rimboccassero le maniche, non andassero più a tutti i convegni di tipo politico dove il finale è o propaganda o bla bla bla e costruissero qualcosa di buono ?

 

In questo mese abbiamo deciso, io e mia moglie di andare a trovare i miei parenti a Genova… in treno. Dovrò tener d’occhio il calendario degli scioperi… sì il folklore delle agitazioni sindacali non permette di fare dei progetti a lungo termine… immaginiamoci come va a finire per chi « deve » e « può » lavorare (nel senso che lo Stato gli dovrebbe permettere di lavorare).

 

Un paio di mesi fa ho spedito un mio libro a Palermo… che non è mai arrivato ; cioè, da qualche parte è arrivato ; è arrivato dove qualcuno l’ha rubato… qualcuno delle Poste Italiane o per colpa delle Poste Italiane. Secondo « quelli delle poste » è andato smarrito. Quello che poi ho spedito raccomandato, quello sì che è arrivato. Quindi mi hanno rubato il libro e l’affrancatura… quella normale o quella raccomandata… una delle due. O ciò che s’è smarrito non può essere considerato rubato ?

 

Il 22 novembre 2018 ho spedito, sempre dallo stesso ufficio postale in provincia di Varese, gli auguri ad amici di Bari in Puglia e Ragusa in Sicilia… ho allegato, come altre volte, due tavolette di cioccolato. Ho affrancato ogni invio con € 3.60, quindi in totale € 7.20. Non è ancora arrivato nulla… e, chissà se arriverà. Tempi lunghi… o come il libro ? Invii RUBATI… rubati da POSTE ITALIANE… perché POSTE ITALIANE non devono permetterlo… perché POSTE ITALIANE hanno incassato la tassa per il trasporto e il recapito a domicilio. Che poi, anche se arrivano dopo molti giorni… troppi… si può sempre dire che hanno rubato… una parte della tassa e… la buona fede dell’utente.

Se vado all’ufficio postale a brontolare, « loro » mi rispondono che « Può succedere ». Può succedere per due invii contemporaneamente ? CHE LADRI !

 

Lo stesso vale per chi ci governa ? Se ti aggrediscono o aggrediscono i tuoi averi e ti difendi, ti trovi indagato, se non ti difendi ti dicono : « Mi dispiace »… come quando il treno arriva in ritardo e si perde la coincidenza. Ma dov’è finito il rispetto per il cittadino ? Anche questo è rubare.

 

Dicono che il buon andamento di un matrimonio lo si vede dalle piccole cose.

Un Governo è una specie di matrimonio con la popolazione… e se funziona lo si può vedere dalle piccole cose… ma anche dalle « grandi cose »… come QUELLE che dovrebbero gestire la salute o « alleviare » le sofferenze.

 

Già parlai in passato della Sanità. Ho accennato alle « agitazioni sindacali » sempre più folkloristiche e ai piccoli furti di POSTE ITALIANE e poi… proprio OGGI qui ho visto, grazie a PENDOLANTE il ritratto, quello vero, quello genuino dell’ITALIA… sul treno di TRENITALIA.

 

Non si può dire che non è vero. Basti un piccolo, ma piccolo esempio… quello del Presidente della Repubblica che, a suo tempo, quando tutti sembravano crederci, disse testualmente ai terremotati : « NON VI ABBANDONEREMO ». Così fu… o no ?

Non furono abbandonati… DIMENTICATI… o no ?

 

DALLE PICCOLE COSE SI VEDE IL MATRIMONIO E L’AMORE FRA CONIUGI.

DALLE PICCOLE COSE SI VEDE UN GOVERNO CHE FUNZIONA.

 

MA NON VI VIENE DA PIANGERE ?

NON VI VIENE VOGLIA DI REAGIRE ?

 

Ma cosa ne pensa la nostra povera martoriata Italia ? Qui effigiata con un piccolo accenno filatelico.

Della serie SIRACUSANA o ITALIA TURRITA.

Questa è l’Italia nei francobolli. Questa serie di francobolli (questi sono solo 2 di tanti valori), che è stata usata per molti anni in Italia, si chiama dell’ITALIA TURRITA o Siracusana.

Perché siracusana ?

Perché il viso è stato preso da un’antica moneta di Siracusa.

 

Antica moneta siracusana (da Antonio Randazzo da Siracusa con Amore).

Sulla testa disegnata dal pittore Vittorio Grassi, il capo è cinto da una corona muraria completata da torri.

La missiva del 1980… arrivò in 2 giorni!!!!!

Read Full Post »

Older Posts »