Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2019

Quello che mi son trovato a vedere sembra una bella riunione di famiglia. Tutti contenti mentre si succhiano un gelatino

SI SUCCHIANO IL GELATINO

Probabilmente è una madre con due figliolette… e fanno bene a godersi il gelatino… ma… ma… ma, dico io, è proprio necessario « intasare » l’entrata del negozio ?… che sembra venda vini e non abbia nulla a vedere coi gelati.

A mio parere quella genitrice, non solo non dà un buon esempio alle figlie, ma, fa creder loro che si possa abusare sempre di quanto ci circonda con lo spirito del « chissenefrega ».

Annunci

Read Full Post »

Nell’interesse di tutti gli italiani.

 

Queste parole ho sentito uscire dalla bocca del Presidente del Consiglio incaricato.

 

Mi sovviene che Cicerone, che non era un cretino, iniziò una delle sue catilinarie in questo modo :

Marco Tullio Cicerone

 

Quousque tandem abutereCatilinapatientia nostra?

 

Che tradotto significa:

 

Fino a quando dunque, Catilina, abuserai della nostra pazienza?

 

Oggi direi :

 

Fino a quando dunque, Politicanti italiani, abuserete della nostra pazienza? Smettetela di dire che agite per il bene del popolo italiano.

Fino a quando dunque, Politicanti italiani, abuserete del vostro popolo?

Ancora non avete finito di seviziarlo?

 

 

Read Full Post »

LA RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO È VIETATA

 

Non bisogna parlar sempre male delle poste. Un tempo ci lamentavamo… ma le cose funzionavano abbastanza bene. Il postino arrivava regolarmente e, quasi sempre alla stessa ora… se non addirittura due volte al giorno.

Mi piace oggi ricordare alcuni piccoli particolari che riguardano le timbrature… che quasi mai venivano prese in considerazione… e che ho in parte accantonato.

Le poste mettevano nei loro timbri la località di partenza, la data e l’ora in cui veniva obliterato il francobollo… e un po’ di pubblicità… di qualunque tipo.

Ora non più… anche perché la corrispondenza è minima e l’affrancatura con un francobollo vero, ancora « più » minima.

In questo caso si chiedeva di scrivere le lettere su carta più leggera… sicuramente per ridurre i costi di trasporto.

Obliterazione del 1960

Evidentemente, se la corrispondenza da trasportare pesava meno, si consumava meno energia. Sembrerebbe che nel 1960 s’era più ecologici di adesso… che si parla sempre di ecologia.

Oggi, si timbra molto lontano, se si timbra… e si trasporta con « tranquillità ».

Timbro degli anni 50. Non si riesce purtroppo a leggere l’anno preciso.

In questo caso si desidera chiedere agli automobilisti una guida corretta. Di autostrade ce n’erano poche. Sulle strade normali era più facile abbagliare il conducente dell’auto che s’incrociava.

Ricordo, in chiave quasi anedottica, che negli abitati era obbligatorio, di notte naturalmente, usare le cosiddette « luci di città »… oggi, mi sembra si chiamino « di posizione ». Mio fratello, in un paesello della Val d’Aosta, fu multato dai Carabinieri perché aveva i fari anabbaglianti… e dovette pagarla.

E pensare che oggi si consigliano gli anabbaglianti anche di giorno… obbligatori sulle autostrade.

PUBBLICITÀ

Il treno del Sole e il treno dell’Etna arrivavano a Torino. A Torino c’era, e c’è tutt’ora ma snaturata (perché FIAT vuol dire Fabbrica Italiana Automobili Torino), la FIAT. E Torino diventa una « grande » città. C’era il Salone dell’Automobile e il Salone della Tecnica…

Qualcuno si ricorda com’era la FIAT 1800 ?

Era così… da Wikipedia

FIAT 1800 e 2300

Questo è un timbro svizzero… in italiano. Qui veniva propagandata la colletta di maggio in favore della Croce Rossa Svizzera.

Obliterazione del 1984

Non so se le poste si facevano pagare per propagandare la « colletta ». È bello poter pensare che offrissero i loro timbri in favore della Croce Rossa.

E poi ci sono tanti altri timbri che hanno tanto da raccontarci.

Sarà interessante prendere in considerazione quelli delle varie località.

Peccato che hanno smesso di farlo.

Sì, perché OGGI non c’è più alcuna personalizzazione… come in questo :

Francobollo svizzero del 2018

C’è almeno la bellezza del francobollo che commemora i 125 anni di quella ferrovia conosciuta in tutto il mondo che, porterà poi gli escursionisti fino a 3454 metri s.l.m. Siamo nelle Alpi Bernesi. Il bello di questo francobollo che, oltre alle montagne, ci mostra l’antica ferrovia a cremagliera con la vaporiera che spinge. Interessante il particolare della locomotiva che ha « il sedere » sollevato per permettere al tender, a causa delle rotaie in grande pendenza, di rimanere orizzontale.

Read Full Post »

È proprio così ; bisogna sentirsi a proprio agio… in tutto e per tutto.

Se avete l’impressione che le vostre calze non vadano bene… e allora cambiatele :

UNO

Ma certamente… perché non farlo quando si è sul bus ?

In fondo è un sevizio pubblico… e ognuno di noi fa parte del pubblico.

 

Ecco… ora che ho cambiato le calze sto meglio.

Magari alla prossima fermata scenderà e andrà alla ricerca di un angolino un po’ più riservato per cambiare le mutande.

Ma che dico ?

Se andiamo avanti di questo passo… non si sa mai. L’importante sarà non guardare… troppo.

Read Full Post »

LA RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO È VIETATA

 

Rido o sorrido?… in ogni caso non per gioia ma perché mi sembra di dover compatire certi dirigenti di TRENITALIA.

Recentissimamente i viaggiatori di un InterCity che da Livorno avrebbero dovuto raggiungere Milano, hanno vissuto non pochi disagi a causa, così pare, di un guasto al locomotore.

Sempre recentissimamente, mi sembra il 16 agosto, Trenitalia avrebbe soppresso in Liguria almeno 9 treni regionali… per mancanza di personale.

Treni regionali in Liguria

Queste due semplici premesse.

 

1 – Leggendo qua e là, ho avuto l’impressione di potermi rendere conto che i locomotori di Trenitalia hanno, spesso e volentieri, guasti… e i treni si fermano… e i viaggiatori si arrabbiano.

“Ma non è probabile” mi chiedo… e chiedo “che ci sia scarsa manutenzione?… o ci siano pochi locomotori?”

Se così fosse: “Perché non si comprano i locomotori?… e non si fa la giusta manutenzione?”

Treno regionale altoatesino

2 – Se è vero che Trenitalia sopprime i treni regionali, vuol dire che Trenitalia fa parte di quella categoria di “personaggi” (i dirigenti naturalmente) che dovrebbero essere subito ammanettati e messi in gattabuia.

“Non si può” penso io “interrompere in Liguria un servizio pubblico così importante, in un giorno così importante, quando dicono tutti (e lo scrivono pure) che la disoccupazione giovanile è alle stelle. La disorganizzazione di un servizio pubblico di questo genere può produrre disagi, sofferenze e guai non indifferenti… quindi certi personaggi incapaci di organizzare scivolano col loro comportamento nel delinquenziale.

Se poi, tutto dipende dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti… beh, in questo caso… mandiamolo a scuola… poi in galera.

 

Il punto 1 e il punto 2 mettono Trenitalia allo stesso livello delle Poste che “non recapitano la corrispondenza per mancanza di personale”.

 

Mi chiedo se gli Alti Dirigenti di POSTE ITALIANE e di TRENITALIA si rendono conto del male, fisico e spirituale, che fanno ai tanti cittadini che hanno l’avventura di trovarsi entro i confini della Repubblica Italiana.

Il loro non è amministrare male, è incapacità di amministrare. Quello che loro gestiscono è un servizio sacrosanto con dei risvolti inimmaginabili.

 

Che poi… si osservi la loro “apparente” precisione:

MA COME SI FA!!!!!

Ma come si fa a salire sul treno senza oltrepassare la linea gialla?

 

E poi, proprio perché, malgrado la crisi il Ministro desidera essere ricordato come un Grande… ma alla rovescia, le sue recenti decisioni dovrebbero farci pensare che il futuro di noi viaggiatori e il futuro del trasporto delle merci potrà essere o col carretto a mano o con un qualche tipo di diligenza trainato da asinelli.

Questo, proprio ieri 22 agosto 2019, è emerso da GenovaQuotidiana:

 

 

Read Full Post »

È garantito che i pedoni devono arrangiarsi.

Ben posteggiata ?

 

È risaputo che la stragrande maggioranza degli automobilisti non « vedono » quelle strisce bianche che dovrebbero dar la precedenza ai pedoni.

 

Allora ?

 

Allora quest’auto è parcheggiata in modo impeccabile… cosa rompi.

Read Full Post »

UMANI E… MALEDUCAZIONE?

Prendo atto che certa gioventù, anche sul Bus cittadino ha bisogno di sentirsi a proprio agio.

 

SUL BUA… 1

SUL BUS… 2

Read Full Post »

Older Posts »