Feeds:
Articoli
Commenti

Credo proprio che il salvataggio arriverà se avremo il coraggio di andare controcorrente.
Anche se andare controcorrente potrebbe essere molto pericoloso, o addirittura la fine. 

I salmoni… vanno controcorrente con dei guizzi veramente fantastici; riescono a risalire una corrente molto forte e… oltre la cascata… però?

 Però se incontra l’orso vorace che li attende è la fine. E pensare che, in un certo senso, lo fa per amore; per riprodursi. Infatti dopo circa 4 anni di vita in mare sente la necessità di ritornare al fiume… dove nacque anni prima. La difficoltà di andare controcorrente è notevole, ma, quando ci riesce, ottiene la riproduzione e, ormai stanco, può morire.

Noi umani possiamo andare controcorrente… fare cioè in modo diverso o opposto?… rispetto agli altri?

Consideriamo un poco lo sciopero… già ne parlai.

Lo sciopero è un atto “dovuto” quando il “datore di lavoro” non si comporta civilmente.

Ma se il datore di lavoro si comporta bene e, a comportarsi male è il Governante? Purtroppo esiste lo sciopero politico, apparentemente controcorrente perché sbagliato; controcorrente chi si oppone a certe azioni sindacali.

Da quando l’Umano è arrivato a considerarsi civilizzato, a molti livelli ha dimenticato di essere unico e irripetibile per cui, anziché ascoltare la propria personalità, ha iniziato a “guardare” gli altri e a fare quello che facevano gli altri… ha iniziato ad imitare gli altri, e, in particolare personaggi famosi dimenticando di avere una personalità con delle capacità produttive.

Per questa ragione esistono persone, e ne incontriamo tutti i giorni, che si vestono solo seguendo le mode dimenticando, in un certo senso, anche la decenza.

La moda che da qualche anno a questa parte incontriamo volentieri, è quella dei pantaloni bucati a livello del ginocchio… e anche molto di più. 

Ne ho fotografato qualcuno…

come questo che, più che di veri buchi, nei pantaloni, ha molte “abrasioni” che danno ai pantaloni un nonsoché di terribilmente trasandato… che sicuramente piace… 

È un fatto che, di questi tempi la gioventù sembra dare meno importanza al come vestirsi e al come andare a spasso. Anche il modo col quale viene piazzato lo zaino una volta salito sul Bus cittadino. Lo zaino sembra un accessorio indifferente che viene “abbandonato” da una parte per potersi sedere e prendere intenso contatto col cellulare, oggi smartphone… che fa tutto. La gioventù non si guarda più intorno, ma, appena trovata una posizione decente, estrae il quasi “tuttofare” e inizia a smanettare all’impazzata. Se il dattilografo di un tempo usava le dieci dita per scrivere, i giovani d’oggi smanettano in modo fantastico con i due pollici… poi una piccola sosta forse per leggere la risposta immediata e via di nuovo con quei due meravigliosi pollici. Posso anche non condividere l’uso esagerato dello smartphone, rimango però affascinato dal ritmo più o meno roteante dei pollici che trasmettono e ricevono in tempo reale.

Certo, io sono un matusa che non capisce niente; un matusa che pensa in modo antiquato… per cui non c’è più speranza.

Ma è proprio vero che non c’è più speranza?

Si guardi un poco le gambe di questa fanciulla che ha deciso, in treno, di fare un riposino… sì sì… proprio così… le gambe.

Ho detto le gambe perché di pantalone non ce n’è quasi più.

Forse ha ragione quel colui che non conosco che disse: “Mi domando dove sia andata a finire la variante intelligente della specie umana”.

È garantito che, quando si assiste ai bla bla bla televisivi su argomenti scottanti come virus o vaccini, se fra chi partecipa al bla bla bla c’è chi sta viaggiando un po’ controcorrente, il più delle volte non gli viene concesso di esporre il suo punto di vista.

Non so se questo sia l’estremo dell’andare con la corrente.

Il che significa che andare controcorrente dà fastidio e manca addirittura il rispetto.

Quando esco, specialmente d’inverno, metto volentieri la cravatta; in un certo senso mi tiene caldo… e poi c’è anche l’abitudine del vecchio… come sono io.

Ho trovato questa foto di un ritaglio di giornale di una manifestazione di giovani a Trieste esattamente nel 1952.

Questi giovani, almeno quelli che si riescono a vedere sono tutti con la cravatta. A quei tempi, anziché strappare i pantaloni, l’abitudine era quella di mettersi la cravatta.

Forse era un più decoroso… ma è questione di gusti… e i gusti non si discutono..

Quindi, in poche parole, andare controcorrente potrebbe essere pericoloso… ma anche utile… certo che può essere faticoso.

Non so se è vero perché non c’ero; sembra però che anche il Papa abbia usato il termine: CONTROCORRENTE

Recentemente scrissi articoli molto seri… ma “Controcorrente”.

L’ultimo mio articolo ha visto 15 “Mi piace” e tre commenti seri… ma nessuno s’è sbilanciato più di tanto.

Io non sono vaccinato… non ho alcuna intenzione di farmi vaccinare perché sono consapevole che quello propagandato non è un vaccino.

Ora sento che un medico asserisce di sapere che questi vaccini hanno possibilità precancerose… altrove ho letto che possono danneggiare il sistema cardiovascolare… e chissà cos’altro del nostro organismo.

Torniamo al Medico del quale non voglio fare il nome che sicuramente non è l’unico del nostro “Stivale” a sapere certe cose.

Nel Giuramento di Ippocrate leggo particolarmente:

Ma se io so che il vaccino può procurare il cancro, cosa sto facendo?

Sto curando con “Scrupolo e impegno” o mi son venduto a “Qualcuno”?

Se non curo qualcuno discriminando?… sono onesto?

Non lo so. So solo che, in questo caso, anche se solo il 10% di benpensanti riescono a resistere e andare controcorrente… possiamo sperare di salvarci.

ECCO COSA VUOL DIRE “ANDARE CONTROCORRENTE”

Non credo di poter arrivare a leggere molti commenti liberi… magari CONTROCORRENTE.

Seguendo angosciato alcuni recenti dibattiti televisivi ho purtroppo acquisito:

1° – Nei vaccini ci sarebbe un qualcosa che può essere considerato precanceroso.

2° – Nell’Ospedale nel quale lavora la “star” virologo che più sotto vi mostro, sarebbe stato rifiutato l’intervento chirurgico a chi “in lista” non aveva ricevuto la terza dose del decantato vaccino.

Questo personaggio avrebbe ammesso ambedue le mie acquisizioni.

Sono nauseato al solo pensiero che “QUESTO” sia un mio collega.

Mi chiedo: “Perché questo folle accanimento vaccinale? Allora è vero tutto quello che viene raccontato?… al quale dovrei rifiutarmi di credere”.

E poi, com’è possibile che 2 dosi siano come un NON VACCINO?

Non me ne vogliano i tantissimi che stravedono per lui.

Questo « Colui » pensavo fosse di gran lunga più intelligente.

Come si fa a fare certe asserzioni ?

I problemi ci sono perché « Chi sta al Governo » con un altro « Colui » che avrebbe dovuto migliorare la Sanità italiana… DOPO TANTI TAGLI… oltre a fare il letterato pensò bene di credere a chi raccontava che col 70% di vaccinati si sarebbe raggiunta l’immunità di gregge… che non è arrivata neppure col 90% di vaccinati.

Ho letto questo articolo ed ho guardato i due filmati che vengono proposti :

M’è venuta la pelle d’oca e mi sono chiesto fino a che punto un Governo democratico, così dovrebbe essere quello dei Paesi Bassi, può arrivare ad essere tanto malvagio da scatenare cani inferociti contro chi la pensa diversamente.

Ho l’impressione che la democrazia stia, anche in Olanda, diventando autoritarismo.

Pare, dico pare che nel 2014 il leader nordcoreano, sicuramente non democratico, abbia utilizzato cani affamati per liberarsi di chi “gli stava antipatico”.

SUPER… AUGURIO

È appena cominciato il 2022 e… sembra che vada tutto bene… come da copione.

I Grandi si sono parlati e i piccoli hanno fatto visita al Presepe… come in questa vignetta ?

Da « Tages Anzeiger » – OGNUNO AL SUO POSTO.

La Madonna, Gesù Bambino e San Giuseppe si scusano… sono in quarantena.

I Re Magi, che vengono da lontano, sono vaccinati.

I Pastori… non sono vaccinati.

Il 2022 è appena iniziato e ci permette di rammentare che anche tutti noi siamo stati divisi da « Regolamenti » più o meno precisi e più o meno intelligenti.

Sarà così anche il Natale del 2022, o potremo augurarci un pizzico di normalità?

Potremo sperare che prevalga il Buonsenso ?

Proprio così… è arrivato anche quest’anno… alla fine di questo 2021.

Anche quest’anno è mio piacere augurare a tutti i miei lettori tanta serenità e tanto ottimismo ; soprattutto di aver fiducia nella natura e di scacciare il terrore verso il futuro che certi figuri governativi cercano stoltamente di inculcare.

Anche quest’anno lo faccio con 2 francobolli.

Uno italiano del 1990


 
E uno svizzero di quest’anno

Auguro a tutti… tanto Amore… quello potente che viene dal cuore e « muove le montagne ».

Un po’ di tempo fa, esattamente il 20 agosto 2021, ho potuto fare questa fotografia.

La si può definire piacevole e rilassante… perché no ?

Ha una particolarità non da poco… di questi tempi.

Perché ?

Perché, essendo stata fatta dal ponte che separa la Svizzera dall’Italia, non si sa con precisione se le barchette sono in Svizzera o in Italia. 

Nessuno se ne preoccupa perché fino a un paio d’anni fa, passare la frontiera non era un problema. Da quando è saltato fuori quell’antipatico di Covid19, s’è cominciato a discutere, a periodi alterni, se e come è possibile andare di qua o di là.

Più o meno son passati 2 lunghi anni da quando questo « simpatico » virus ha fatto capolino dalle nostre parti… o, se si preferisce, nel mondo.

Oggi  non si parla d’altro ; se si ha l’avventura di accendere la televisione, è più facile sentir parlare di virus e di vaccini piuttosto che della Rosamunde Pilcher con la quale si ha la certezza che tutto finirà nel modo migliore.

Nella telenovela « Covid 19 » la fa da padrone il terrore, il Signor vaccino e quella ditta farmaceutica che così bravissima e con tanto amore verso il Genere Umano ci ha fornito un vaccino in tempi brevissimi.

Chi ipotizza, come in questa vignetta trovata navigando, che il Covid19 sia una vacca da mungere… certamente sbaglia.

Trovata navigando. Cosa c’è da capire ?

Tutti i Grandi di casa nostra, uno un po’ prima dell’altro, hanno sentenziato che solo il vaccino potrà salvarci… e, per vaccinare quasi tutti hanno preso un Generale degli Alpini. 

In Italia, più o meno il 90% degli italiani sono vaccinati e di positivi al Covid non ce n’è quasi più… solo qualche « novax ». S’è raggiunta quasi l’immunità di gregge !!!… peccato che di pecore in giro ce ne siano poche… solo cinghiali.

Mi sono perso con pecore e cinghiali.

Tornando alla frontiera fra Svizzera e Italia, c’è stato un piccolo periodo in cui si poteva venire in Italia tranquillamente.

Ora ?

Ora non lo so perché cambiano sempre… dipende credo dal numero dei vaccinati e dal colore della Regione… per raggiungere l’agognata « immunità di gregge » ?

Ora però c’è omicron e, mi sa che la frontiera rimarrà aperta solo per i Frontalieri… loro sì che possono andar di qua e di là… perché loro sono utili alla Confederazione e portano valuta pregiata alla Repubblica.

E quelli con la barchetta ? Permetteranno loro di pescare svizzero ? Potranno portare il pescato in Italia senza far fare la quarantena ai pesci ?… o sarà necessario l’ennesimo decreto di Super Mario ?

Lasciamo perdere il virus, i vaccini e le quarantene… vi piace la fotografia ?

Registrazione del 24 novembre 2021

Personaggi:

L’Albero, Alessandro, Panchina Ingenua e Ulivo il Saggio.

ANCHE QUESTO È UN ARTICOLO SERIO – VI PREGO, SE POSSIBILE, DI NON METTERE

«Mi Piace» SENZA AVERLO LETTO FINO IN FONDO. UN COMMENTO È GRADITO.

L’Albero : « Ciao Alessandro… ci siamo visto avant’ieri… che piacere rivederti… tanto più che sto proprio per addormentarmi ».

L’Albero ha perso molte foglie

Alessandro : « Sì, quante foglie hai fatto cadere… che magnifico tappeto giallo ! »

Le foglie che erano sull’albero. In fondo la Panchina Ingenua.

Panchina Ingenua: « Che bello rivederti… siediti… scaldo subito i miei legni… per te ».

Alessandro : « Molto gentile… mi fermo poco. Volevo solo farvi vedere questa foto che ho trovato su Genova Quotidiana.

Dal mercato settimanale di Genova-Voltri

Se volete potete vedere tutto quello che scrivono.

Perché vi faccio vedere questo? Perché non riesco a concepire che in una città capoluogo di una Regione dove un Governatore Toti sembra abbia terribilmente a cuore il benessere dei liguri, si permettano certe cose ».

L’Albero : « Caro Alessandro, mi sembri quasi agitato… spiegati meglio ».

Alessandro : « Hai visto quella foto ? Ebbene tutto quello che vedi fu buttato nel torrente di Voltri… e naturalmente è finito in mare. Questo è inquinamento bello e buono e non dovrebbe accadere ».

L’Albero : « Perché parli del Governatore della Liguria ? »

Alessandro : « Perché lui s’accanisce a far vaccinare tutti ; ultimamente sembra non abbia altro in testa… e permette che accadano certi scempi contro la natura ».

Ulivo il Saggio : « Ciao Alessandro. Anche oggi m’intrometto. Sì, penso terribili certi comportamenti… che poi non accadono di notte quando non c’è nessuno… di giorno… e sicuramente sono in molti a vedere ; e poi ? Poi tutti vaccinati e molti positivi a « distribuire » Covid 19 ».

Ingenua : « Ma cosa dici caro Ulivo ; se uno è vaccinato non è immune ? Non è questa la ragione per cui vogliono vaccinare tutti ? Tutti immuni… e il Covid non c’è più ».

Ulivo il Saggio : « Forse non sai cara amica che in una località nel sud della Spagna, e cioè a Gibilterra, Alessandro potrà farti vedere un paio di francobolli di quella località britannica, non solo tutta la popolazione è vaccinata, ma anche i frontalieri dalla Spagna. Hanno quindi calcolato che il 118% è vaccinato. Pare che abbiano registrato un forte aumento di contagi… altro che IMMUNITÀ DI GREGGE ».

Ingenua : « Forse sono rimasti senza pecore ».

L’Albero : « Non stiamo scherzando. Comunque sia, si dovrebbe dedurre che questi vaccini non funzionano troppo bene… ma tutti dovranno essere vaccinati ».

Alessandro : « Come vi dissi, ho poco tempo e devo scappare. M’interessava mostrarvi come si permette di inquinare il mare, che è di tutti, e si spinge con forza l’acceleratore su inutili vaccinazioni… questo almeno accade in Liguria dove un Governatore Toti è grande paladino di certi « metodi ». Qui un paio di francobolli di Gibilterra con l’effige della longeva Elisabetta. Auguro il massimo a tutti voi ».

2 Francobolli di Gibilterra

L’Albero, Ingenua e Ulivo il Saggio all’unisono: « A presto caro Alessandro ».

Registrazione del 22 novembre 2021

Personaggi:

L’Albero, Panchina Ingenua, Alessandro, Panchina Petulante e Ulivo il Saggio.

QUESTO È UN ARTICOLO SERIO – VI PREGO, SE POSSIBILE, DI NON METTERE

«Mi Piace» SENZA AVERLO LETTO FINO IN FONDO

L’Albero : « Ciao Alessandro… è tanto che non vieni a trovarci… sempre di corsa ».

Panchina Ingenua : « Caro Alessandro, quanto sono triste… passi da queste parti e non vieni ad appoggiare un poco le tue chiappe sui miei legni. Siediti un momento… sono caldi abbastanza ? »

Alessandro : « Ma come siete affettuosi ! Sì, mi siedo un momento ».

L’Albero : « C’è qualcosa che non va ? »

Alessandro : « Ma no ; grosso modo va tutto bene. Quello che mi preoccupa è il comportamento dei Governanti di fronte a chi non vuole vaccinarsi ».

L’Albero : « Lo so che avevano detto che chi non vuole vaccinarsi è un parassita. Ora cosa hanno detto ? »

Alessandro : « Ora qualcuno ha detto che chi non vuole vaccinarsi è un fobico ».

Ingenua : « Sei comodo Alessandro ? Sapessi come mi piace sentirti vicino ! ».

Panchina Petulante : « Sorella… perché interrompi il discorso… è serio ».

Ingenua : « Perdonatemi… ma io voglio bene ad Alessandro e mi dispiace tanto se qualche grullo dice che è un parassita ed ora… fobico ».

L’Albero : « Sei perdonata. Ma « Loro » sanno cosa vuol dire fobico ? Ho l’impressione che tu sia veramente fobico, ma non per il vaccino… perché ti preoccupano a tal punto certi Governanti per cui si può arrivare ad aver paura… è così ? ».

Alessandro : « Hai colpito nel segno. Da quando esiste questo Covid 19, ho cercato di informarmi per sperare di riuscire ad arrivare a comprendere come funziona questo vaccino. Contemporaneamente ho ascoltato chi ha accettato il vaccino. Ho tirato, per quanto possbile, le somme e mi sono reso conto che questo vaccino non immunizza come dovrebbe fare un vaccino vero, ma può essere pericoloso ».

L’Albero : « In che senso pericoloso ? »

Alessandro : « Nel senso che pare ci siano stati dei morti dopo la vaccinazione e che molte persone hanno avuto disturbi anche piuttosto gravi ».

Petulante : « Sì caro Alessandro, hai ragione. Qualche giorno fa s’è seduto sui miei legni un bel tipo… anche molto elegante che leggeva un giornale ; io son riuscita a sbirciare quello che leggeva e ho letto di morti e disturbi gravi dopo la vaccinazione ».

L’Albero : « Che poi, ho sentito da miei amici che, in fondo in fondo, chi è vaccinato non è assolutamente protetto dal contagio e può contagiare altri Umani ».

Alessandro : « È anche questa la ragione che mi tiene lontano da questo vaccino. Io non sono contrario ai vaccini… sono contrario a questo vaccino… che non mi dà fiducia ».

Ulivo il Saggio : « Un grande saluto a tutti voi. Ho sentito tutto quello che avete detto. Per prima cosa un grande saluto ad Alessandro e un abbraccio virtuale a tutti voi… vegetali… come me. Sì, ho sentito tutto e, nel tentativo di essere saggio, dopo averne sentito di tutti i colori, non riesco a capire come certi Umani come Draghi riescano a non aver capito che stanno rischiando di perdere l’intelletto ».

Alessandro : « Buongiorno caro Ulivo… è un piacere sentirti anche se non sei qui con noi. Come puoi dire che l’ex Governatore della Banca Europea rischia di perdere l’intelletto ? »

Ulivo il Saggio : « Non mi sembra difficile. Per prima cosa, è da quel dì che dicono, cosa che lui dimostra di accettare e forse ha detto, che il vaccino è l’unica strada per « annientare » il Covid 19 ; non solo, ma anche che dopo aver raggiunto nella Nazione una certa percentuale di vaccinati si otterrà l’IMMUNITÀ DI GREGGE. Orbene, quella decantata e auspicata percentuale è stata raggiunta e i positivi al Covid 19 aumentano. Allora vien data la colpa ai non vaccinati, ovvero a quelli come te Alessandro che diffidano di questo vaccino.

L’Albero : « Sì, sì, è proprio così. Il nostro amico Alessandro sta diventando un cattivone. Se lui fosse vaccinato il Covid 19 si arrenderebbe ».

Ulivo il Saggio : « Caro amico e collega, vedo che stai scherzando, ma qui c’è poco da scherzare. Alcuni pochi Umani stanno per distruggere intere popolazioni… anche facendo credere, coll’uso del terrore, ciò che non esiste ».

Ingenua : « Sento dalle chiappe di Alessandro un fremere particolare. Continua caro Ulivo ».

Ulivo il Saggio : « Grazie cara Ingenua. A parte la facezia del Presidente della Repubblica Italiana che disse che quelli che non vogliono vaccinarsi ascoltano l’antiscienza… avrebbe detto testualmente : “Occorre affrontare e vincere la sfida contro l’antiscienza… come se siano tutti degli sprovveduti e dei creduloni quelli che non vogliono vaccinarsi, è necessario fare alcune considerazioni. 

L’Albero : « Ti ascoltiamo con interesse».

Ulivo il Saggio : « Quell’antiscienza del Presidente della Repubblica Italiana mi piace… sì, sì, mi piace perché quando si vuole a tutti i costi tirare in ballo la scienza… dovrei ridere ».

Petulante : « Perché dovresti ridere ? »

Ulivo il Saggio : « Perché la scienza medica, ovvero la Medicina Accademica, quando vuole sentenziare, dimentica con grande facilità che l’Umano non è fatto solo di carne e ossa, ma ha anche un’intelletto, una mente, un inconscio e una volontà, per cui, fra l’altro, non esistono due Umani identici… neppure i gemelli… e pretende di generalizzare. Quindi, quando il Presidente Mattarella parla di antiscienza, fa un complimento a tutti quegli Umani che tengono in alta considerazione anche lo spirito… forse è questa l’antiscienza ? »

Petulante : « Vorresti quasi dire che l’antiscienza del Presidente saressero i Benpensanti… gli Umani intelligenti ?  Quindi si vorrebbe combattere chi ragiona ?»

Ulivo il Saggio : « In un certo senso sì. Ora arrivo all’altra mia considerazione. In poche parole mi son chiesto con quale nonsenso si vuol dare la colpa dell’attuale pandemia ai non vaccinati quando a « distribuire » il virus sono proprio i vaccinati ? Si vuol far credere alle popolazioni che i non vaccinati siano pericolosi ; eppure un non vaccinato, non terrorizzato dal regime, con un buon sistema immunitario può aver paura del vaccinato ».

Petulante : « Credo che tu abbia ragione. Mi sembra di aver letto su quel giornale che il sistema immunitario di chi è vaccinato con questo vaccino Pfizer si ritrova col sistema immunitario indebolito ».

Ingenua : « Cara Sorella… non dire stupidaggini ti prego ».

Petulante : « Lo sai che io parlo sempre seriamente ».

Alessandro : « Temo che sia veramente come dite ; purtroppo è difficilissimo poter arrivare a conoscere la verità. Una cosa è sicura, come dici tu caro Ulivo, e cioè che se i vaccinati sono molti… e tranquilli, non si dovrebbe aver paura dei non vaccinati.

Comunque, sono un po’ preoccupato… l’Autoritarismo avanza in tutta Europa ».

L’Albero e Ulivo il Saggio… all’unisono : « Speriamo che gli Umani facciano appello alla loro materia grigia funzionante. Vediamo che stai andando via. Tanti auguri e… saluta tua moglie da parte nostra ».

Alessandro : « Sì, devo andare. A presto e… Buon sonno invernale a te amico mio ».

L’Albero : « Ti lascio una mia foglia… prima di addormentarmi per il sonno invernale… bussami al tronco quando vorrai… anche se starò dormendo parlerò volentieri con te ».

UNA FOGLIA AUTUNNALE DE « L’Albero »

Petulante e Ingenua : « Ciao Alessandro… vieni presto a trovarci ».

Non sono un patito dell’industria calcistica… no, proprio no. Ogni tanto partecipo della gioia dei miei connazionali.

Venerdì scorso e ieri sera 15 novembre 2021 non sapevo se fare il tifo per l’Italia o per la Svizzera… mi sono limitato a dare un’occhiata…

Stamattina però, sempre senza tifare per l’una o per l’altra Nazione… ho dovuto sorridere di fronte al patetico Mancini :

e agli aleggri, giustamente allegri svizzeri :