Feeds:
Articoli
Commenti

È Autunno… il cielo è azzurro.

Quel ramo del lago di Lugano…

Il lago, la nebbiolina e il sole già alto. Il trenino viaggia tranquillo e… aiuta a sognare e… fa credere per un attimo che vada tutto bene e che il Genere Umano possa rinsavire. QUANTA SERENITÀ!

Annunci

Rispetto gli animali… ma, se lavorassi ancora in questo ospedale… dove mi sono laureato, non sopporterei di vedermi attraversare la strada da una famiglia di famelici cinghiali.

Da GenovaQuotidiana

Questo è uno dei tanti padiglioni dell’Ospedale San Martino a Genova.

Molti amano la carne di cinghiale e molti amano il prosciutto di Parma… gli animalisti vogliono che i cinghiali vengano rispettati e molti vegetariani o vegani inorridiscono di fronte a una “fiorentina”.

A me sarebbe seccato essere quello che in moto si trovò a ruzzolare a causa di un cinghiale.

E voi? Voi accarezzate i cinghiali nel vostro parco o giardino, o li utilizzate al posto dell’aratro?

IL MONDO È BELLO PERCHÉ È VARIO… O AVARIATO?

Leggo:

Da Corriere

 

A tre mesi di distanza ci sono ancora tanti indagati, ma nessuno è colpevole… almeno ufficialmente.

Non sarebbe il caso di indagare chi indaga?

Vi rendete conto che ci sono stati tanti morti e molte famiglie distrutte? I morti non sono solo dei numeri, sono una realtà terribile… perfettamente sofferenza “gratuita”…

Poetella ha scritto:

“Si dovrebbero svegliare anche tutti gli italiani…”

Probabilmente… ma solo una parte;

“Perché?”

Perché i mangiapaneatradimento sono molto svegli.

Quello che trovo molto interessante è che, almeno negli ultimi tempi, i romani, quelli che abitano nella città italiana sempre sulla bocca di tutti… e molto travagliata, brontolano sempre, hanno sempre qualcosa da dire contro l’amministrazione della Capitale, contro i buchi nella strade, contro gli autobus che ogni tanto bruciano, contro la Metropolitana che li lascia a piedi, contro… contro… contro…

Da Corriere

Ebbene, i romani avrebbero potuto esprimersi tramite un Referendum. Bastava che ci andasse il 33%. Ce ne sono andati il 16%.

Mi chiedo: “Se solo il 16% è andato a esprimere il proprio punto di vista, vuol dire che l’altro 84% è soddisfatto di come stanno le cose… e allora a mugugnare sono solo il 16%? Vuol dire che va tutto bene. Se non mi esprimo quando me ne danno la possibilità… allora sarà bene ch’io stia zitto… righi dritto… e faccia il mio dovere di cittadino.

O è più bello essere degli eversivi… o perché nel caos ci si muove meglio?

…alla faccia degli onesti e dei rispettosi del prossimo!

Tutto avrei immaginato, ma non che i romani, che poi quando c’è da parlare la lingua ce l’hanno abbastanza sciolta, disertassero in questo modo un atto democratico come questo.

Probabilmente non stavano dormendo, ma erano consapevoli che a loro la democrazia non va bene.

 

Molti sanno che son genovese… in particolare di Pegli.

Leggo su GenovaQuotidiana:

https://genovaquotidiana.com/2018/11/09/deragliamenti-e-allagamenti-genova-una-citta-in-ostaggio/

e in particolare che “s’è allagato il sottopasso a Multedo”.

Se è quello che sembra dalla fotografia, è quello che già esisteva quando sono nato, a Multedo di Pegli, e che, quando ci passavo col tram, perché di lì ci passava il tram, qualche volta s’allagava, perché qualche volta pioveva anche quando ero bambino e poi ragazzo… e da lì ci son passato moltissime volte.

Insomma, perché dare la colpa alle piogge?

Se si allagava 80 anni fa, se ancora oggi s’allaga vuol dire che nessuno ha mai pensato che sarebbe stato possibile fare qualcosa.

Ultimamente è crollato un ponte… e probabilmente non è colpa dei genovesi; però, ad altri livelli, credo proprio che non fu sbagliato, da parte mia, scrivere in molti articoli che LA LIGURIA DORME.

Questo lo scrissi il 6 febbraio 2016, e potrebbe valer la pena di leggerlo:

 

https://quarchedundepegi.wordpress.com/2016/02/06/festival-della-canzone-e-la-liguria-dorme/

 

Nell’articolo di GenovaQuotidiana che ho riportato più su, sembra proprio che la sfortuna si sia accanita su Genova e sulla Liguria (vedi Portofino e Rapalo). Io credo però che sia colpa dei liguri se ancora non c’è il TERZO VALICO e se i treni in Liguria viaggiano male. Hanno sempre viaggiato male…

Se a Roma c’è un certo Toninelli che non ha capito che i treni, per una città come Genova, sono di importanza vitale, può anche essere colpa di chi ce l’ha messo… oppure non ci sono dei parlamentari liguri capaci di farglielo capire?… o dormono anche loro?

Certamente ha piovuto troppo e il mare ha dimostrato “troppo” di essere veramente forte, per cui bisogna dare atto ai liguri che la dea Fortuna s’è voltata dall’altra parte; c’è però da dire che, malgrado le batoste degli anni scorsi, i genovesi non sono stati capaci di imparare qualcosa… sembra almeno così.

Non sono quasi mai in Liguria, però ci fui il 2 maggio in comitiva all’Euroflora di Nervi.

Ebbene, quel giorno pioveva e ci trovammo, grazie alla difettosa organizzzione dei genovesi, ad attraversare tutta Nervi a piedi. Mi venne la pelle d’oca nel dover constatare che molti tombini, quelli che dovrebbero far defluire l’acqua, erano tappati… proprio così… tappati e tutt’intorno un laghetto. Lo feci notare a chi genovese era con me… non fece una piega… mi disse anche che il letto del Bisagno continuava ad ospitare famiglie di cinghiali e che molti genovesi andavano a rifocillarli… e che, secondo gli animalisti, bisognava trattarli bene.

Proprio così… il letto del Bisagno… quello che negli anni 70 fece tremare tutta Genova!

C’ero anch’io e, fortuna volle che passassi da quelle parti un paio d’ore prima… altrimenti non sarei qui a scrivere.

MI SCUSINO I LIGURI SE STO CERCANDO DI SVEGLIARLI.

 

 

 

È VERO?

Non so se è vero.

Da Corriere

Mi sembra impossibile che una donna “intubata”, e quindi in rianimazione dove ogni paziente dovrebbe essere dignitosamente controllato “a vista” possa essere preda di formiche… o qualsivoglia altro essere vivente più o meno mono o pluricellulare. L’asepsi in certi reparti dovrebbe essere veramente molto importante.

Spero che sia una bufala, ma, se non lo è, penso che la Signora Grillo, anziché occuparsi troppo assieme al suo gruppo di TAV o di Virginia Raggi, dovrebbe mettere in moto in modo onesto e intelligente quella Sanità… che sia veramente Sanità… perché molta gente, indirettamente o direttamente… PAGA… e paga anche lo stipendo dei Ministri.

CHE SOFFERENZA!

Poco poco… ma piacevole da guardare.

Colori 1

Colori 2

Colori 3

Colori 4

Quello che mi piace dell’Autunno: I COLORI.

Altrimenti: Tristezza e malinconia.

Quindi: Per fortuna ci sono i colori.